MYWOOD si colloca nel panorama attuale come una realtà solida e moderna.
Opera nel settore contract e privato con realizzazioni che partono dalla piccola alla grande scala.

Il nostro know-how consente di affrontare le varie sfide che ci vengono proposte, realizzando prodotti di arredo ricercati ed innovativi.

MYWWOD per la vostra impronta di stile!

IMPEKKA STUDIO

Our goal has always been to motivate, encourage and release our fellow creatives to do their thing, so we’ve lovingly crafted a theme that is both super easy to use and packed full of endless possibilities.


Regione del Veneto – POR FESR 2014-2020

“Bando per il sostegno a progetti sviluppati da aggregazioni di imprese”
Azione 1.1.4 “Sostegno alle attività collaborative di R&S per lo sviluppo di nuove tecnologie sostenibili, di nuovi prodotti e servizi”

 

DGR n. 889 del 13 giugno 2017
Progetto “TEMART – Tecnologie e materiali per la manifattura artistica i Beni Culturali l’arredo il decoro architettonico e urbano e il design del futuro”

Il progetto prevede la condivisione di obbiettivi tra quattro RIR appartenenti a tre diversi domini di Specializzazione Intelligenti (Smart Manifacturing, Sustainable

Living e Creative Industries) e che operano rispettivamente negli ambiti:

a. della meccanica di precisione, della fabbricazione additiva della micromeccanica (RIR M3-Net),
b. dell’illuminotecnica (RIR VSL),
c. dei Beni Culturali (RIR VHC) e
d. della manifattura artistica (RIR EUTEKNOS).

L’obiettivo è valorizzare e coniugare le conoscenze artistiche e formali con le competenze tecnico-scientifiche mirando allo sviluppo di nuove combinazioni tra ricerca estetica e formale con tecnologie manifatturiere e materiali che rispondano alle esigenze e alla capacità di innovazione nei domini della manifattura artistica, del restauro dei Beni Culturali, dell’arredo (con particolare riferimento al settore dell’illuminazione), del decoro architettonico e urbano e del design. Questo intendimento si traduce in una estesa ed intensa attività di studio e di sperimentazione presso i laboratori degli organismi di ricerca e delle imprese che porterà alla realizzazione di un Sistema di Supporto alle Decisioni (DSS- Decision Support System) di tipo collaborativo in grado di assistere nella messa a punto ed integrazione nella catena del valore delle tecnologie e dei processi innovativi che saranno oggetto dell’attività di ricerca industriale e di sviluppo sperimentale del progetto. 

Si intende favorire una forte integrazione di esperienze e di conoscenze scientifiche e industriali con nuove traiettorie di sviluppo ed evoluzioni tecnologiche.

Le attività di ricerca industriale e di sviluppo sperimentale del progetto sono mirate allo studio e alla sperimentazione di combinazioni di materiali avanzati e di nuove tecnologie di lavorazione di tipo additivo e sottrattivo e di formatura per la realizzazione di artefatti di interesse per i comparti produttivi nei quali operano le imprese delle quattro RIR unitamente allo sviluppo di nuovi sistemi di lavorazione che garantiscano la flessibilità richiesta dalle limitate e, spesso, limitatissime dimensioni delle serie produttive di artefatti dall’elevato contenuto di design.
Nell’anno 2020 è stato percepito un contributo di € 9.166,02

D.G.R n. 711 del 28/05/2019
Progetto "Pareti e rivestimenti amovibili"

l progetto prevede lo sviluppare un sistema di fissaggio di pareti e pavimenti che sia amovibile.

Si è riscontrato che negli ultimi anni, le pareti interne delle case vengono finite con pannelli in cartongesso dove nel retro passano tutte le utilità; quindi parliamo di cavi elettrici, tubazioni dell’acqua e quant’altro.

L’idea è quella di studiare un sistema di pannelli e pavimenti amovibili che vadano a sostituire in questi casi il cartongesso, in quegli ambienti dove solitamente vengono utilizzati altri materiali per ricoprire le pareti; quindi parliamo di bagni, soggiorni od altro dove vengono utilizzate i materiali da noi lavorati nelle pareti.

Il sistema è quello di utilizzare lastre di supporto in leghe speciali leggere, dove poter incollare i vari materiali nobili.

Il tutto con una struttura portante dove poter fissare i nostri pannelli e che dia una certa solidità all’insieme dando una certa portata per l’eventuale applicazione di suppellettili che necessitano di essere agganciati alle pareti.

Il sistema di aggancio/sgancio di queste pareti, dovrebbe essere di facile utilizzo e comunque a prova di sollecitazione.

Questa tipologia di utilizzo, darebbe la possibilità di interscambiare codesti pannelli, nel caso in cui il proprietario senta la necessità di rinnovare la propria abitazione, senza dover fare opere straordinarie, ma solamente rimuovendo i pannelli ed installandone di nuovi.

Nell’anno 2020 è stato percepito un contributo di € 20.798,13

D.G.R n. 711 del 28/05/2019
Progetto "Suite Concept"

L’obiettivo del progetto è realizzare una Suite Concept completa che integri le varie materie che vengono lavorate dai componenti la rete.

La rete è composta da 6 aziende, 2 di mobili, 1 pavimenti in legno, 1 lavorazioni in marmo, 1 illuminazione ed 1 decorazioni in gesso.

Si parla di progettare uno spazio che comprenda le varie parti che compongono una suite, partendo da ingresso, soggiorno living, angolo cucina, camera e bagno wellness.

Saranno armonizzati tra di loro i vari materiali che il gruppo utilizza normalmente. In termine tecnico dai designer viene chiamata come contaminazione dei materiali.

In parole povere, qualsiasi elemento che compone questo concept dovrà essere costituito dall’assemblamento di più materiali, esempio: un pannello decorativo in gesso, potrà avere nell’insieme degli elementi gesso, di vetro, marmo, metallo o legno, creando quasi un’opera d’arte.

Questo concetto si replicherà per ogni prodotto che verrà presentato, come per esempio un tavolo da soggiorno se non un divano, una madia o qualsiasi altro oggetto che verrà presentato.

Lo scopo è quello di creare oggetti unici nel suo genere, che uniti vengono a creare una “suite concept”.

Nell’anno 2020 è stato percepito un contributo di € 27.005,47 

DGR n. 711 del 28 maggio 2019
Progetto “SHIP - Sustainable, Healthy and Inclusive furniture and games for Parks”

Il progetto mira allo sviluppo di attrezzature e tecnologie per i parchi atte a favorire la messa in campo di azioni e pratiche di sostenibilità ambientale, sociale e culturale; il parco non viene quindi considerato come una realtà puramente estetica e passiva, ma come spazio e strumento per costruire nuovi modelli educativi e azioni protese al benessere psicofisico e sociale dei cittadini.

Coerentemente con l’approccio del design partecipativo, gli utenti finali e gli stakeholder saranno coinvolti nella progettazione dei dispositivi, nel contestualizzare l’intervento complessivo in una zona verde e nella valutazione dei prototipi sviluppati. Il design del percorso e delle attrezzature sarà quindi strettamente connesso alle caratteristiche del territorio, alle teorie legate al benessere (well-being) nonché alle raccomandazioni da seguire per restare in salute, oltre che alle opinioni ed esigenze dei potenziali utenti finali. Lo sviluppo dei prototipi avverrà, in larga misura, sulla base dei materiali di recupero e riciclati (come plastiche, metalli etc.), intendendo comunicare e diffondere la filosofia dell’economia circolare e dell’impegno verso un ambiente più sano.

Si intende inoltre realizzare un percorso sperimentale, destinato ad essere inserito nel contesto di un parco urbano caratterizzato dalla messa in posa delle opere implementate nel progetto. Il percorso sarà altamente accessibile ad utenti con livelli diversi di abilità motorie, disabilità sensoriali specifiche (per esempio ipovedenti) e disabilità cognitive, ma anche fruibile e piacevole per i loro accompagnatori e per gli utenti normodotati. Detto percorso verrà predisposto con modalità tali da evitare barriere architettoniche, favorire la percorribilità per gli ausili motori e permettere di usufruire di elementi multimediali e multi-sensoriali inseriti nei prototipi sviluppati nel progetto. Il progetto terminerà con la valutazione sul campo dell’interazione tra i partecipanti e i prototipi sviluppati, valutandone accessibilità, utilizzabilità/user experience, utilità percepita, piacevolezza estetica, capacità di intrattenimento e divertimento connessi all’utilizzo.

I partners di progetto sono: la Capofila Coop.Services Soc. Coo.(esperta in progettazione di bandi diretti e indiretti sul tema dell’innovazione e del sociale), la società Mywood srl (destinata a prestare cooperazione tecnico-scientifica, essendo dotata di un centro di progettazione e di reparti produttivi -falegnameria, verniciatura e carpenteria leggera- altamente tecnologici ed evoluti), Euro Veneta srl (azienda specializzata nel recupero dei rifiuti), Gruppo l’Incontro Società Cooperativa Sociale Consortile e HIT (Centro di Ricerca Interdipartimentale Human Inspired Technology dell’Università di Padova) nonché l’Organismo di ricerca Fondazione Fenice Onlus (centro di ricerca del Consorzio Zona Industriale di Padova).

DGR n. 1779 del 29 novembre 2019
Progetto “eCommerce Artistic Manufactoring” (eCAM)

Il progetto promosso da RIR Euteknos, introduce una nuova esperienza di internazionalizzazione, incentrata sulla creazione di un canale eCommerce della RIR stessa. Detta scelta richiede un investimento significativo in termini di competenze e di capitale (che non si esaurisce con la conclusione del progetto) e consente la partecipazione di micro e piccole imprese (spesso subfornitori di aziende più strutturate o general contractor), che sebbene offrano prodotti peculiari o eseguano lavorazioni esclusive e di altissimo pregio, rimangono in una posizione di ‘soggezione’ che ne impedisce la crescita dimensionale e favorisce il permanere di una fragilità strutturale tale da comprometterne, in caso di crisi, la continuità operativa e/o il passaggio generazionale.
Il canale eCommerce può quindi costituire una piattaforma, globalmente visibile, in grado di rappresentare e potenziare l’immagine della RIR e di ogni suo partecipante.

Il progetto prevede l’esplorazione e il successivo sviluppo di iniziative di inserimento nei mercati esteri; in particolare, l’area-obiettivo è rappresentata dai mercati Francese, Svizzero, del Regno Unito nonchè Statunitense, con l’intento di sviluppare una nuova strategia di commercializzazione nei settori alberghiero, resort, retail di lusso, utilizzando -quindi-anche l’eCommerce quale canale di promozione e vendita.

Verranno pertanto studiate strategie e modalità per inserire nel suddetto canale dei prodotti tipicamente realizzati su misura, quindi esclusivi.

DGR n. 822 del 23 giugno 2020
Progetto “Hybrid Sustainable Worlds” (eCAM)

Il progetto Hybrid Sustainable Worlds, finanziato nell’ambito POR FESR 2014-2020, azione 1.1.4 DGR 822/2020, consente alla RIR Venetian Green Building di sperimentare e mettere a disposizione della filiera delle costruzioni e dei fruitori finali, modelli, soluzioni e percorsi innovativi volti a migliorare la qualità abitativa delle diverse tipologie edilizie, dal residenziale agli uffici e al commercio, ma anche agli spazi culturali, manifatturieri e della sanità pubblica.

Il progetto si inserisce nella strategia della Regione Veneto di sostenere percorsi e risultati di ricerca volti a favorire una crescita delle filiere economiche in termini di soluzioni per la sostenibilità utilizzando al meglio le potenzialità dell’innovazione, favorendo sinergie tra tessuto produttivo, università ed enti di ricerca.
Maggiori dettagli nel sito del Venetian Green Building Cluster.

DL Rilancio
Contributo a Fondo perduto – Art. 25 D.L. 34/2020

In forza dell’intervento legislativo, nel corso del 2020 è stato erogato a Mywood Srl il contributo di € 7.861,00

Impekka Design Agency- Premium WordPress Multipurpose theme by Greatives

Our Latest Project

Knowledge Base

Impekka Design Agency- Premium WordPress Multipurpose theme by Greatives

Narrated Videos

Impekka Design Agency- Premium WordPress Multipurpose theme by Greatives